Ricostruire Insieme

Per un servizio immigrazione ed educazione alla mondialita'

bookmark bookmark

Fortezza di Paramonga

Carlos, residente all’Aquila dal 1998, racconta la sua esperienza di migrante: dalle difficoltà all’arrivo fino ai problemi creati dal terremoto.

Carlos, i cili jeton në L’Aquila nga viti 1998 rrëfen eksperiencën e tij, vështirësia e arritjes dhe problemet e krijuara nga tërmeti.

Carlos, resident in L’Aquila since 1998, recounts his experience of the difficulties of arrival and the problems created by the earthquake.

Carlos, residente en L’Aquila desde el 1998, cuenta su experiencia migrante, desde las difucultades de su llegada hasta los problemas creados con el terremoto.

Carlos vit à L’Aquila depuis 1998 et raconte son expérience , les difficultés qu’il a eu à son arrivée et les problemes dû au tremblement de terre.

È Carlos a raccontare la sua storia di peruviano a L’Aquila e dei suoi connazionali paramongini nella nostra città. Carlos, dopo aver lasciato Paramonga, la sua terra natia non troppo lontana dal mare, è arrivato in Italia nel 1998 per il ricongiungimento familiare con suo figlio che era già nel territorio aquilano. Ha deciso di lasciare il Perù a causa dei problemi politici del suo Paese e del licenziamento seguito alla vendita dell’industria chimica presso cui lavorava, da parte di una multinazionale greca priva di scrupoli! La sua è una delle tante storie di “approdi”: spostamenti lunghi, percorsi tortuosi, spesso difficili e pericolosi.

Carlos nel suo viaggio verso L’Aquila è stato preceduto dalla moglie, arrivata qui nel 1991 con sua sorella, passando per Francoforte, Lugano ed approdando a Roma dove una loro connazionale provvedeva a “smistare” i conterranei. È iniziata così la storia dei paramongini a L’Aquila! Attualmente i peruviani nella nostra città sono circa 200 di cui il 50% arrivato dal Nord del Perù, quella zona più vicina all’Ecuador. Piano piano, passando tra «appuntamenti alle cabine telefoniche» per comunicare con i propri cari, e le naturali difficoltà legate all’apprendimento di una lingua straniera e al bisogno di ottenere un mutuo per acquistare casa (o comunque pagarne l’affitto!) gli uomini peruviani sono riusciti a stabilizzarsi a L’Aquila, preceduti dall’arrivo delle loro mogli o sorelle che nel frattempo svolgevano lavoro in prevalenza domestico.

Per affrontare i vari problemi e prendere le opportune decisioni, i peruviani aquilani erano soliti, prima del terremoto, riunirsi alle 7:00 del mattino in Piazza Duomo, e poi in un monolocale in affitto nei pressi della “Rotonda”, dove si ritrovavano spesso per uno scambio di “cultura” con le altre comunità (in particolare quella africana), realizzato tramite attività musicali e sportive. Hanno dunque intuito sin da subito che occorreva dapprima “compattare” la loro forza per poi aprirsi ai “fratelli aquilani” e non che per loro, gente semplice solare e amante del lavoro, fosse poi molto difficile farsi accettare.

Il terremoto ha sconvolto però le abitudini di questa comunità. Attualmente, infatti, la comunità peruviana non ha più una sede fissa in cui riunirsi né forse, stante anche “lo sparpagliamento” che ne è derivato, una vera volontà di trovare un’altra sede poiché, per dirla con le parole di Carlos, «ci sono troppe direzioni per la mente». I peruviani di fede cattolica per il 90% onorano i Sacramenti e vanno a Messa, ma solitamente non si riuniscono insieme per pregare: preferiscono farne un momento di sincera intimità con se stessi. Carlos attualmente ha 62 anni portati benissimo ed ipotizza di tornare nella sua Paramonga verso i 65: lo aspettano sua madre e la sua Terra! I suoi figli, invece, di certo rimarranno qui con i loro figli: la storia dei paramongini a L’Aquila potrà così continuare.

di Erika Cioni

da “Ricostruire Insieme”  – Numero 2 marzo 2012
Scarica il giornale (pdf)

Ricostruire insieme

"Per un servizio immigrazione ed educazione alla mondialità"

Un progetto informativo a cura del coordinamento Ricostruire Insieme costituito da:

» Caritas Diocesana L'Aquila
» Comitato ARCI L'Aquila
» Rindertimi
» Iris
» Pralipè
» INTI RAYMI Associazione Peruviana Latino-Americana
» Il mondo in una stanza
» Confcooperative L'Aquila
» Circolo ARCI Luco Dei Marsi
» KOInOnIA

Ultimi commenti

Dal mondo